Cosa prevede la separazione consensuale?

 

Il divorzio venne introdotto in Italia a far data dal1º dicembre 1970 con la legge 1º dicembre 1970, n. 898 – “Disciplina dei casi di scioglimento del matrimonio“. Detta legge entrò in vigore il 18 dicembre 1970.
Nel corso dei decenni si sono succedute molte novità legislative ma soprattutto giurisprudenziali.
Già all’epoca era prevista la possibilità/obbligo dei coniugi di potersi preventivamente separare prima di poter addivenire al divorzio.
La separazione è quel periodo di tempo in cui gli sposi vivono separatamente, in tale fase rimangono giuridicamente ancora un nucleo famigliare.
Una volta terminato il periodo della separazione possono decidere se riconciliarsi oppure addivenire al divorzio.
In passato, tra la separazione e il divorzio, non poteva trascorre un termine inferiore a tre anni, attualmente questo termine è stato abbreviato a sei mesi.
Per separazione consensuale si intende la possibilità da parte dei coniugi di addivenire ad una separazione senza un giudizio del tribunale.
In tal caso le condizioni di separazione sono decise da marito e moglie e il Tribunale, verificata la validità e conformità alla Legge delle stesse, procede con l’omologa.

CONTATTACI

Scrivici tramite il form qui sotto, ti risponderemo entro 24 ore.