Cosa succede se uno dei due coniugi non vuole divorziare?

 

Nel corso della vita matrimoniale i coniugi possono incontrare momenti di difficoltà e, a volte, si possono creare delle situazioni di conflitto insanabili.
Non è sempre facile mantenere l’armonia familiare, a volte le incomprensioni, gli impegni, lo stress possono influire negativamente nei rapporti tra i coniugi. Sovente, quando siamo in presenza di figli si viene a mutare un equilibrio familiare che in alcuni casi può essere determinante nella fine di un rapporto di amore.
Può accadere quindi che uno dei coniugi, per le ragioni più disparate, possa avere la volontà di non proseguire la vita matrimoniale.
Nel caso in cui un consorte abbia l’intenzione di separarsi ma, al contrario, l’altro non abbia la volontà di aderire, è possibile comunque ottenere addivenire alla separazione.
Sarà necessario rendere edotto formalmente, attraverso l’invio di una raccomandata con avviso di ritorno inviata da un avvocato divorzista, dell’intenzione di volersi separare.
Nell’ipotesi in cui, anche a seguito di tale comunicazione, il coniuge non aderisca alla richiesta si dovrà depositare un ricorso per separazione giudiziale.
Alla prima udienza, c.d. “presidenziale” i coniugi saranno autorizzati a vivere separatamente e, una volta esperita l’istruttoria, il tribunale emetterà la sentenza di separazione.

CONTATTACI

Scrivici tramite il form qui sotto, ti risponderemo entro 24 ore.