Quando conviene fare la separazione giudiziale?

 

La separazione dei coniugi può essere consensuale o giudiziale.
Nell’ipotesi in cui si trovi l’accordo relativamente all’assegnazione della casa coniugale, al mantenimento e all’affidamento della prole e all’eventuale mantenimento del coniuge economicamente più debole, è possibile ricorrere alla più veloce e meno dispendiosa separazione consensuale.
Di contro, quando marito e moglie non trovano una soluzione conciliativa da soli o con l’ausilio dei propri legali oppure uno dei due coniugi ha intenzione di addebitare la responsabilità della fine del matrimonio all’altro, l’unica soluzione rimane quella di sottoporre la questione alla decisione del Tribunale depositando, per il tramite di un avvocato esperto in diritto di famiglia, un ricorso per separazione giudiziale.
Tale percorso può essere intrapreso anche quando l’impulso di separarsi viene da un solo coniuge mentre l’altro rimane inerme oppure si rifiuta di concedere la separazione.
In questi casi non solo è conveniente fare la separazione giudiziale ma è l’unica soluzione.

CONTATTACI

Scrivici tramite il form qui sotto, ti risponderemo entro 24 ore.